Nuove forme di monetizzazione e sponsorship nella music e sport industry

foto con dei fan a un evento live

Cosa è cambiato nella nuova Sport Industry

L’avvento del marketing 4.0 ha cambiato le regole del gioco e rimescolate le carte sul tavolo: gli utenti – clienti assumono un ruolo centrale, e questo ci porta a fare nuove considerazioni.

La nuova industria dello sport deve guardare ai fan con occhi diversi e riconsiderare questi ultimi come soggetti da aggregare attorno al proprio brand valorizzandone l’esperienza: le attività online e offline dei brand devono quindi essere ripensate come esperienze da offrire agli utenti e non solo prodotti da vendere.

Come avevamo già anticipato parlando di monetizzazione con sponsor e fan nella Sport Industry 4.0, il tempo e le occasioni in cui gli utenti si connettono con noi, sono moltiplicate.

Il “nuovo” fan diventa il centro di gravità permanente di tutta la strategia.

Una volta compreso questo, bisogna fare attenzione a istaurare un dialogo con gli utenti giusti per noi. Infatti, quando parliamo delle nuove forme di monetizzazione, strategie e piattaforme giuste da utilizzare, lo facciamo sempre avendo come unico riferimento il fan e non il semplice follower. Questo distinguo sarà sempre essenziale.

C’è una differenza abissale tra questi due “status”, oltre alla grande differenza che c’è tra le piattaforme utili per ingaggiare l’uno anziché l’altro.

Essere fan o essere follower non è la stessa cosa.

Entrambi sono parte di un’audience, membri di una community che segue con attenzione e con passione la performance di uno sportivo.

Per essere fan o follower di qualcuno bisogna volerlo, è necessaria una certa continuità. Non è come accendere la tv e lasciarsi attraversare lo sguardo dal primo spettacolo che ci passa di fronte.

Sia il fan che il follower a un certo punto della loro vita di “spettatori” hanno deciso che vogliono “seguire” quella persona e hanno una certa “passione” verso di lei.

Un fan segue il suo campione ovunque, un follower no.

I fan, infatti, sviluppano legami duraturi che si rafforzano nel tempo con il proprio idolo: vanno allo stadio, hanno l’abbonamento, seguono la propria squadra del cuore in trasferta e non si perdono una partita.

Per sintetizzare: il fan sarà il destinatario della nostra strategia di monetizzazione, e per convertirlo in cliente dobbiamo creare un dialogo e un rapporto che vanno oltre i social media.

I pilastri delle nuove forme di monetizzazione: fan, tecnologia, conversazione, esclusività, timing

una slide del global digital report 2019 q3

Abbiamo compreso quindi che i veri fan sono la parte centrale di audience su cui puntare per sviluppare nuove forme di monetizzazione nella music e sport industry.

Abbiamo anche confermato che per creare una nuova forma di business valorizzando la passione dei fan, dobbiamo adottare strumenti che vanno oltre i social media. Quest’ultime sono piattaforme strategiche per creare un certo tipo di awareness e brand value, come è anche vero che non nascono per ottimizzare al massimo la monetizzazione diretta. Oltre a non ci fornirci abbastanza dati e strumenti per comprendere i nostri veri fan.

Per fare un esempio, Facebook o Instagram riescono a dirci chi sono i fan che hanno frequentato lo stadio e le nostre partite nell’ultima stagione? Purtroppo, per chi all’interno della propria strategia ha integrato solo i social, la risposta è no. Dietro a questo no ci sono molteplici occasioni di mancato ricavo per la nostra squadra o star.

Come ci riporta Focus, prendendo spunto dall’autorevole Global Digital Report 2019 (dopo aver letto questo articolo, ti consigliamo di darci un’occhiata da qui), trascorriamo circa 2 ore e 16 minuti al giorno in media sui social.

Ma basta questo dato per concentrare ogni sforzo per vendere merchandising e biglietti ai soli follower?

Il salto di qualità nella nostra strategia quindi sta nell’uso della tecnologia, di piattaforme proprietarie, elementi che ben si sposano con la Sport Industry 4.0 e le nuove forme di monetizzazione.

La tecnologia è la soluzione soprattutto se tra le occasioni di contatto più frequenti con i nostri fan prevediamo eventi live come partite, concerti o tornei di esport che prevedono la presenza del pubblico. Nel caso di brand che lavorano nella Sport Industry 4.0, queste occasioni si ripropongono con grande frequenza, dalle 2 alle 3 volte al mese di media se parliamo di club di calcio o altri sport.

Una società sportiva ha l’opportunità di radunare più volte nel breve periodo almeno 30-40 mila clienti (tifosi) con capacità di spesa e interesse elevati, tutti in un unico posto. Un’occasione per cui tutti i manager dei più grandi brand al mondo farebbero un patto col diavolo.

Nello sport gli addetti ai lavori dei club possono convertire questa condizione unica in monetizzazione.

Abbiamo parlato di un luogo fisico in cui i fan si radunano, cioè lo stadio, ma anche per la location di un concerto vale lo stesso discorso. Tutti luoghi definiti. In questo caso una piattaforma di fan activation può fare al caso nostro, grazie a tecnologie come la geolocalizzazione degli utenti presenti in un determinato posto.

Tramite questo semplice processo per una piattaforma di fan activation, possono poi cominciare attività di coinvolgimento dei fan, tutto in real time, mentre sono allo stadio o in fila per l’ingresso al concerto.

Diventa così estremamente semplice offrire contenuti a persone realmente interessate, oltre a prodotti rilevanti per rendere unica l’esperienza dei nostri fan. Anche la vendita del merchandising diventa semplice ed efficace, perché rivolta agli utenti giusti. Tutto condensato in un’esperienza di intrattenimento e coinvolgimento superiore a quella fredda o tiepida che puoi ottenere con la pubblicazione dei contenuti sui social media.

Addirittura, con una piattaforma di fan activation come Stargraph, puoi decidere se regalare (o vendere) l’autografo del migliore in campo o dell’artista protagonista del concerto, rendendo disponibile l’autografo pochi istanti dopo la firma digitale della star, magari mentre i fan assistono alla scena, aumentando l’hype per il contenuto. Grazie alla tecnologia blockchain è possibile validare e rendere unico l’autografo, così da far leva sull’esclusività del contenuto.

Ricorda, il principio della scarsità professato da Robert Cialdini, sarà una leva di comunicazione importante quando inizierai ad utilizzare piattaforme di fan activation.

Come integrare le nuove forme di monetizzazione

L’utilizzo di piattaforme di fan activation si differenziano da altri tool per l’uso mirato di alcune tecnologie, e come abbiamo potuto intuire, sfruttano il timing ottimale per convertire e creare monetizzazione.

La tecnologia giusta, veicolata al momento giusto per il fan giusto.

Ma i benefit di una piattaforma di fan activation come Stargraph non finiscono qui.

Il fattore tempo, incrociato con l’analisi dei dati, diventa efficace anche per creare un rapporto di lunga durata che vada oltre la fine dell’evento live.

La piattaforma Stargraph

template dell'app Stargraph

Per spiegarti alcune funzionalità di una piattaforma di fan activation, prenderemo in esame il caso che conosciamo meglio, la nostra piattaforma digitale innovativa, pensata per il mondo dello sport e della musica: Stargraph.

Stargraph ti aiuta a costruire una relazione duratura con i fan, anche dopo l’evento, grazie alla sua possibilità di elaborare i dati e fornirti statistiche “lavorate” che saranno utili per elaborare strategie di marketing mirate dopo gli eventi e durante la stagione sportiva.

L’approccio data driven per una strategia di marketing è fondamentale nella Sport Industry 4.0.

Stargraph diventa così un CRM, o meglio ancora, un FRM (Fan Relationship Management) che raccoglie la mole di dati dei tuoi fan e ti permette di conoscere i tuoi clienti. I Big Data sono la nuova moneta dell’attuale economia digitale e farne buon uso deve diventare uno degli obiettivi del tuo brand.

Questo approccio permette a club e star di essere più rilevante nel rapporto con gli sponsor, e dall’altra parte permette ai brand che investono nello sport e nella musica di dotarsi di una struttura che converta le proprie azioni in monetizzazione, diretta e indiretta, in base alle proprie esigenze.

Per costruire un rapporto di fiducia e lunga durata con i tuoi fan, avrai bisogno anche di incentivare in più occasioni gli utenti nell’utilizzo della piattaforma.

Per questo Stargraph sviluppa una strategia di gamification all’interno della piattaforma. Così facendo i fan più attivi saranno gratificati da punti (token) e una classifica che li ordinerà in base al loro utilizzo dell’app e il download dei contenuti esclusivi. I fan avranno una propria libreria interna per conservare i contenuti scaricati, saranno riconosciuti dalla community attraverso la classifica a punti e godranno di una moneta virtuale per acquistare e garantirsi ulteriori contenuti, esperienza esclusive e merchandising della squadra o star che amano.

In questo caso l’unico limite è la creatività. Per coinvolgere periodicamente i tuoi fan potrai anche farlo attraverso quiz e sondaggi, utili ad attivare i tifosi anche nei momenti preparatori al prossimo evento.

Una delle caratteristiche della piattaforma di fan activation Stargraph è sicuramente la flessibilità, ovvero la capacità di integrarsi ad app proprietarie già esistenti sulla base delle esigenze del cliente.

Se hai già ideato l’app ufficiale della tua squadra, lega, brand, team esport o l’applicazione personale che si rifà direttamente all’artista, Stargraph può integrarsi alla perfezione in un ecosistema già esistente.

Questo rende piattaforme come Stargraph lo strumento più completo per portare la sinergia con i fan e la monetizzazione con gli sponsor a un livello superiore.

Contattaci ora! 

Leave a comment

error

Seguici sui nostri canali social per rimanere aggiornati sulle novità del nostro settore